AQUILA SALUTIS 2009

Opera promossa dalla Regione Toscana per la città de L’Aquila.
Donazione di tutti gli oneri artistici

L‘idea di questa grande opera è il risultato di uno stato d’animo, di un dolore condiviso, di un senso profondo di tragedia e di spirito partecipativo. Quest’opera, che rappresenta sia il dolore che la rinascita, si rivolge agli abitanti de L’Aquila con grande spinta di fratellanza nel ricordo di ciò che è perduto e di solidarietà nella speranza di ciò che potrà rifiorire

L’On. Riccardo Nencini allora Presentente del Consiglio Regionale in Atelier per la presentazione del bozzetto in bronzo dell’opera.

8 APRILE 2010

A un anno dal devastante terremoto che ha colpito l’Abruzzo, ho avuto il piacere di presentare a L’Aquila davanti al Sindaco Massimo Cialente e all’assessorato alla ricostruzione dei beni culturali il mio progetto: il bozzetto in bronzo dell’ opera “Aquila Salutis” per la città de L’Aquila.

L’annuncio del prestigioso dono era stato dato, nel luglio scorso, dall’allora presidente del consiglio regionale Riccardo Nencini in occasione dell’inaugurazione della mostra intitolata, “Metamorfosi”, al Museo del Bigallo di Firenze da lui stesso presentata e ora il progetto sta prendendo forma.

…”La scultura in bronzo, alta sette metri con un diametro di oltre cinque, sarà donata dall’artista, che non percepirà alcun compenso per gli oneri artistici: i fondi per la realizzazione dell’opera dovrebbero essere messi a disposizione da imprenditori, enti e istituzioni. Una volta reperita la somma necessaria occorrerà un anno di lavoro per portare a termine l’opera che dovrebbe essere collocata in una piazza della città nuova”.

20 NOVEMBRE 2010

È stato presentato il progetto dell’opera a rappresentanti delle istituzioni, imprenditori, esponenti di associazioni ma anche alle persone comuni. Tutto si è svolto in Atelier, ospiti d’onore l’assesore alla Cultura Marco Fanfani in rappresentanza delle istituzioni aquilane e del sindaco Massimo Cialente e l’assessore al bilancio e ai rapporti istituzionali della Regione Toscana Riccardo Nencini che era stato il primo a lanciare, nel luglio 2009, l’idea di donare come segno di speranza ad una città in gran parte ancora da ricostruire la mia opera.

Obiettivo dell’evento, che ha anche ottenuto il patrocinio della Regione Toscana, quello di far conoscere il progetto a di mettere in piedi una rete di ‘sponsor’ pubblici e privati in grado di finanziare l’opera per la quale io come artista non percepirò alcun compenso per gli oneri artistici. La scultura in bronzo, vuole essere un doveroso omaggio a chi, nell’aprile dell’anno scorso, ha perso la vita nel devastante sisma di Abruzzo.

Inizialmente la collocazione dell’opera era stata ipotizzata in una piazza della “città nuova”, ovvero nei quartieri di L’Aquila ricostruiti dopo il terremoto, mentre negli ultimi tempi è emersa anche una seconda possibilità, quella cioè di collocare la statua, proprio per il suo alto valore simbolico, in un giardino a poca distanza dalla Casa dello studente dilaniata dal sisma.

12-17 APRILE 2011
Arte e tecnologia insieme per la città de L’Aquila – FIERA DI MILANO-RHO

Quando l’arte e la tecnologia si incontrano nasce un’opera unica e irripetibile. Se poi il tutto è finalizzato ad un progetto artistico per la città de L’Aquila scossa dal terremoto, allora l’unione ha un risvolto anche solidale. E’ quanto avverrà tra i progetti artistici di Giorgio Butini, artista fiorentino e la DGA.

Dall’amicizia di Giorgio Butini e Antonio di Gangi prende vita l’evento “DGA illumina Butini per L’Aquila”.

Obiettivo dell’evento, quello di far conoscere il progetto a di mettere in piedi una rete di ‘sponsor’ pubblici e privati in grado di finanziare l’opera per la quale Butini non percepirà alcun compenso per gli oneri artistici.

atelier: lastra a signa - firenze laboratorio: quarrata - pistoia info@giorgiobutini.it